L’opera

Metrobus Perugia. Un Bus autosnodato di grandi dimensioni (lungo 18 metri) a pianale totalmente ribassato, totalmente elettrico che viaggia per circa la metà del suo percorso in sede riservata e, per l’altra metà, in promiscuo con le auto. Il percorso è dotato di un sistema di semafori che agevola  lo smaltimento delle code e la precedenza al Metrobus in accesso agli incroci e durante la reimmissione in carreggiata dopo una fermata, anche quando  non viaggia su corsie riservate.
Il Sistema Metrobus, ampiamente diffuso in Europa (Amiens, Nantes, Rouen, Pau, solo per citare alcuni esempi) nel 2019 è stato annoverato dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti tra i Sistemi di Trasporto Rapido di Massa e Perugia è stato riconosciuto meritevole di essere inserito tra i casi pilota attualmente in fase di realizzazione.  

Il Metrobus è un’opera strategica per il presente e il futuro di Perugia.
Più di 20.000 cittadini serviti che avranno l’opportunità di muoversi in città, riducendo l’uso dell’auto, con un servizio di grande qualità ed efficienza e a bassissimo impatto ambientale.
Ci si potrà infatti muovere lungo il percorso con gli stessi tempi necessari all’auto (spostamento + ricerca del parcheggio), con un mezzo comodo, ridotti tempi di attesa alle fermate e migliorando la “qualità del tempo” del proprio spostamento.

Il Metrobus contribuirà a ridurre l’inquinamento e a risparmiare: perché spostarsi con il Metrobus costerà meno che spostarsi in auto.
Metrobus è pensato per garantire intermodalità e connessione con gli altri mezzi di trasporto: Treno, Minimetrò, autobus, ma anche biciclette (sono previste “velostazioni” cioè parcheggi per biciclette  in alcune fermate strategiche della linea).
Metrobus: per affermare Perugia come città moderna ed europea.

I punti di forza

  • Costi di investimento più contenuti rispetto ad una tramvia (mediamente 8 M€/km contro i circa 45 M€/km del Tram)
  • Rapidità di realizzazione
  • Riduzione del consumo di carburanti da fonti fossili
  • Miglioramento della qualità dell’aria
  • Riduzione dell’inquinamento acustico
  • Accessibilità totale  a favore di soggetti a ridotta capacità motoria
  • Facilità di inserimento in contesti urbani e possibilità di incrementare progressivamente nel tempo la parte del percorso in sede riservata
  • Possibilità di realizzazione progressiva senza pregiudicare lo svolgimento del servizio offerto sulla linea;
  • Costo di gestione del servizio paragonabile al trasporto su gomma convenzionale.
  • Interscambio «a marciapiede» con le altre linee di autobus

I numeri del progetto

24,5 Km
La lunghezza del percorso
(andata e ritorno)
22 Fermate
Per servire il territorio e per favorire l’intermodalità.
13 Nuovi mezzi
Elettrici, autosnodati a due casse lunghi 18 metri, con capacità di 130 passeggeri. Pianale integralmente ribassato, incarrozzamento a raso (e senza gradini all’interno)
16.500 Persone
è la domanda giornaliera stimata del Metrobus
22.000 Cittadini
è la popolazione servita lungo il percorso (entro 300 metri dall’asse della linea)
20.000 Frequentatori
i fruitori dei servizi medico-sanitari e universitari del polo di Santa Maria della Misericordia.
9.6 Km
La lunghezza di corsie preferenziali Metrobus (circa il 40% del tracciato andata e ritorno).
6 Velostazioni
Per il ricovero delle biciclette in corrispondenza delle fermate principali.